Abbronzatura perfetta con le dritte di Davide Manzoni direttore di Comfort zone

E’ tempo di abbronzatura, la pelle va preparata prima delle vacanze. Ho chiesto a Davide Manzoni direttore generale di Comfort zone come prendere il sole in totale sicurezza

Proteggere la pelle in maniera adeguata e non esporsi al sole nelle ore più calde sono le regole basi per evitare che i raggi solari danneggiano la pelle. Davide Manzoni direttore generale di Comfort Zone ci svela le strategie per una tintarella perfetta.

https://www.instagram.com/p/B19HslFgOj6/?igshid=1n0u7hlwhhtpq
Perché la pelle si abbronza?

La pelle si abbronza perché durante l’esposizione solare le cellule della cute aumentano il rilascio di melanina grazie all’esposizione ai raggi solari.

La pelle dell’adulto è parzialmente in grado di difendersi dalle aggressioni del sole, ma solo se l’esposizione non è troppo prolungata e se l’intensità è idonea al proprio tipo di pelle. Diversamente i bambini non hanno ancora sviluppato i meccanismi di difesa e pertanto necessitano di una protezione e di precauzioni ancora più mirate. Quando la pelle dell’adulto è irradiata dai raggi UV si attivano alcune risposte biologiche di difesa:

  • Ispessimento dello stato corneo, lo strato più esterno della pelle (ipercheratosi)
  • sintesi della melanina pigmento naturale che ne determina l’abbronzatura.
  • Liberazione di acido urocanico, in grado di assorbire l’energia solare.
  • attivazione di meccanismi antiossidanti: concentrazione di betacarotene e attivazione di enzimi antiossidanti( come la perossido dismutasi, Sod e la glutatione perossidasi, GSH) che proteggono e riparano Dai radicali liberi.

L’abbronzatura è il principale meccanismo di auto-protezione dagli Uv. Dapprima si produce una pigmentazione immediata e transitoria, che inizia dopo pochi minuti dalla prima esposizione e dura 24-36 ore . Questa risposta è dovuta alla foto-ossidazione della melanina già presente nei melenociti: la colorazione che ne deriva è effimera e non ha funzione protettiva. Due giorni dopo la prima esposizione, tempo necessario ai melanociti per produrre melanina, inizia la pigmentazione ritardata in risposta ai raggi UVA e UVB. I melanociti, dislocati nella parte più profonda dell’epidermide, producono una maggiore quantità di pigmento che viene distribuito alle cellule epidermiche adiacenti. I cheratinociti a loro volta dispongono la melanina “ad ombrello” sul nucleo cellulare, che è la parte più nobile da proteggere. Man mano poi che i cheratinociti salgono in superficie seguendo il loro ciclo vitale, la melanina viene espulsa con le cellule cornee della cute. 

Quali sono i principali step per avere una pelle abbronzata in modo graduale?

Per un abbronzatura perfetta occorre esporsi al sole in maniera graduale e eseguire una skincare SUN routine mirata. In linea generale consiglio di:

  • ESPORSI AL SOLE IN MANIERA GRADUALE, aumentando di volta in volta il tempo di esposizione. • EVITARE LE ORE PIÙ CALDE della giornata, dalle 12:00 alle 16:00. In ogni caso è consigliabile indossare una t-shirt, un cappello a falda larga e occhiali da sole. • PRIMA DI ESPORSI AL SOLE, APPLICARE SEMPRE UN PRODOTTO SOLARE, il cui fattore di protezione deve essere adatto al proprio fototipo cutaneo. Essere già abbronzati non vuol dire non essere suscettibili ai potenziali danni dei raggi solari! La protezione solare va applicata anche dopo essersi abbronzati, utilizzando solari con un fattore di protezione inferiore. • Il prodotto solare deve essere APPLICATO ABBONDANTEMENTE su tutte le aree cutanee foto-esposte, ripetendo l’operazione almeno OGNI DUE ORE. • Evitare di utilizzare PRODOTTI ACQUISTATI NELLA STAGIONE PRECEDENTE in quanto i filtri contenuti all’interno di questi prodotti col tempo possono alterarsi riducendo così la capacità protettiva. • Applicare la crema solare anche se il cielo è nuvoloso. I raggi ultravioletti infatti sono in grado di PENETRARE ANCHE ATTRAVERSO LE NUVOLE colpendo così la pelle.
Quanto dura l’abbronzatura e come prolungarla?


Per prolungare la durata dell’abbronzatura, è assolutamente indispensabile seguire gli step per un’abbronzatura graduale, e mantenere la pelle idratata.
Per godere appieno dei benefici del sole, qualunque sia la carnagione e indipen-dente da quanto tempo ci si espone, è essenziale non solo scegliere ed utilizzare i prodotti di protezione più idonei, ma anche adottare un lifestyle corretto.

SUN SOUL il programma di Comfort zone propone un APPROCCIO INTEGRATO che, tramite l’alimentazione, una beauty routine e comportamenti “consapevoli”, prepara adeguatamente la pelle per un’abbronzatura uniforme, duratura e senza danneggiare la pelle.

Bere tantissima ACQUA per evitare la disidratazione e idratare la pelle sempre dopo l’esposizione.

Possiamo aiutare la produzione di melanina con l’alimentazione?

Certo, Prediligere i ” cibi abbronzanti”, ovvero i CIBI RICCHI DI VITAMINA A, che sono in grado di stimolare la produzione della melanina. Tutti i frutti e le verdure arancioni o rossi sono tendenzialmente ricchi di betacarotene e vitamina A. Per esempio, 100g di carote, soddisfano il fabbisogno giornaliero di vitamina A, mentre servono 200g di albicocche per ottenerne la stessa quantità. Peperoni, pomodori, ciliegie, cetrioli e meloni sono altri vegetali che stimolano l’abbronzatura.

Assicurarsi che la pelle abbia tutti gli elementi nutritivi per mantenersi elastica e luminosa. Integrare la VITAMINA C, altamente antiossidante, nella dieta.

Scopri i prodotti della linea Comfort zone, clicca sul pulsante

Classificazione: 1 su 5.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...